Un bellissimo Gala’ per la chiusura del Cinquantenario

Passo dopo passo, gara dopo gara, evento dopo evento, siamo al fin giunti al termine del ciclo dei festeggiamenti in occasione del Cinquantenario della nostra Polisportiva.

Sin dal 20 gennaio nella prestigiosa Sala dei Cento della Carisbo per la prima conferenza stampa di presentazione avevamo reso noto il calendario dettagliato di avvenimenti con cadenza quasi mensile. Siamo riusciti nell’impresa di trasformare in realtà tutte quelle promesse perché mese dopo mese abbiamo “vissuto” insieme ai voi tutti, gare, rievocazioni, trofei, film storici da “groppo in gola” fino ad arrivare nel mese di ottobre alla riedizione della leggendaria Casaglia – San Luca; e come dimenticare una chicca come il bel libro scritto dal giornalista Alessandro Gallo firma del Resto del Carlino e la stupenda mostra a Palazzo d’Accursio, ospiti del Comune di Bologna.

Mancava solo la puntata finale di questa bella storia, la vera e propria ciliegina sulla torta, la meritata passerella dei Soci, da quelli “storici” capaci delle mitiche imprese degli anni settanta e ottanta agli Atleti Master delle tante vittorie di questi anni in giro per l’Italia e ai giovanissimi atleti dell’Acquadêla di oggi.

E’ stata una bellissima festa quella di sabato 28 novembre al Pala Carisbo del Cierrebi Club di via Marzabotto a Bologna, in cui sono state ricordate tutte le iniziative di questo meraviglioso 2015. Un’occasione per ripercorrere questo anno, attraverso foto, filmati e pensieri di tanti nostri amici e i doverosi ringraziamenti agli sponsors.

Con la regia di Stefano Stagni, Lamberto Vacchi e Renato Rizzoli, ma senza dimenticare la disponibilità di Saverio Pierini, direttore del Cierrebi Club, che ha messo a disposizione della Acquadêla un perfetto allestimento dei locali, dopo il saluto dell’assessore allo sport del Comune di Bologna Luca Rizzo Nervo, si sono succeduti sul palco gli interventi del Presidente Bruno Benassi e dei protagonisti di questo Galà.

Ha rotto il ghiaccio Andrea Acquaderni che ci ha fatto rivivere la bellissima Marcialonga 2015, seguita a ruota dal ricordo dello storico Presidente della società Tomaso Sandri a cui è stata dedicato il Campionato Sociale di Sci di Fondo, svoltosi in marzo a Piandelagotti. Per lo sci di fondo si è voluto premiare Lorenzo Mazzocchi, storico maestro di sci fin dalla nascita della Acquadêla, ma anche Carlo Strazzari, uno dei primi cultori di questa disciplina, Virgilio Tamarri e Carlo Benassi, che sono fra coloro che hanno disputato il maggior numero di edizioni della Marcialonga e della Millegrobbe, non solo fra quelli della Acquadêla.

A seguire l’intervento registrato in video di Alessandro Gallo, giornalista del Resto del Carlino, che ha realizzato il volume “ACQUADELA: MEZZO SECOLO TRA SOGNO E REALTA’ “, la riuscitissima pubblicazione che ripercorre la storia dei 50 anni della Acquadela, il cui ricavato è stato devoluto in beneficenza alla ASSI.SM (Associazione per le persone affette da sclerosi multipla).

Per ricordare la staffetta 100×1000, che è stato soprattutto occasione di rivedere tanti amici storici, è stato chiamato sul palco Cesare Brunetti insieme al figlio Enrico che ha voluto ricordare come l’Acquadêla ha accompagnato la sua famiglia e tante altre. E’ stata l’occasione di premiare, in rappresentanza della atletica, 4 personaggi che per motivi diversi hanno fatto la storia della Acquadêla: Romano Baccaro, vincitore della prima edizione della Firenze Faenza (1973), Giancarlo Vecchi, allenatore storico della società da oltre 40 anni, Monica Alvoni Tamburini, che nella storia della Acquadêla ha raggiunto il traguardo più prestigioso di sempre vincendo nel 2007 il titolo mondiale di maratona cat. 50, e Renzo Deodari, maratoneta ormai vicino alle 100 gare di 42 km oltre chpersona a cui tutti vogliamo bene  ed instancabile collaboratore di tutte le iniziative.

Nel corso del 2015 l’Acquadêla, nell’ambito delle iniziative del Cinquantenario, ha chiesto e ottenuto dalla Fidal Regionale la possibilità di organizzare alcune importanti manifestazioni istituzionali. Ed è toccato a Giorgio Rizzoli ricordare i Campionati Regionali di Prove Multiple Giovanili, intitolati a Guido Valorosi, altra persona cara a tutti, grande atleta e allenatore prematuramente scomparso, e i Campionati Regionali Allievi e Masters, che sono state le manifestazioni che in giugno e settembre la nostra società, a parere di tutti, ha sapientemente organizzato. Sono stati premiati alcuni nostri giovani, che si sono particolarmente distinti nelle gare di atletica giovanile nel corso di quest’anno, l’allievo Riccardo Pedrelli, l’allieva Teresa Liberatore, il cadetto Giacomo Grande e la ragazza Alice Tedeschi.

Stefano Stagni e Lamberto Vacchi hanno poi presentato la Mostra del Cinquantenario che si è svolta a Palazzo d’Accursio dal 19 al 30 giugno, con tantissime visite e interesse da parte anche di semplici cittadini che magari conoscevano da lontano o non conoscevano la nostra società. Era quindi doveroso premiare 2 tra i fondatori della Acquadêla, Mario Ventura e Fausto Monetti.

Altre iniziative importanti del 2015 e non sicuramente facili da organizzare sono state le escursioni in bicicletta “Parenzana” a inizio maggio e la Parigi Londra in agosto. E’ stato Giuseppe Simoni a commentare le 2 manifestazioni ed è stata premiata Lucia Gualandi, animatrice del gruppo di escursionismo in bici.

Infine siamo arrivati alla Casaglia San Luca, la classica corsa su strada che ha identificato per tanti anni l’Acquadêla. Si è deciso di riproporla quest’anno, proprio in occasione del Cinquantenario (e ci sono tutte le intenzioni di continuare a effettuarla anche nei prossimi anni) con una veste rinnovata, di domenica mattina e con partenza davanti alla nostra sede in via Andrea Costa. La manifestazione è stata intitolata a Pier Paolo Cristoferi, che tutti ricordiamo con grande ammirazione per il suo ruolo e le sue capacità che ha avuto in tanti anni, dedicando grande parte della propria vita alla Acquadêla. Per il 2015 e ci auguriamo anche per i prossimi anni, la Casaglia San Luca ha avuto uno sponsor importante, la Eternedile della famiglia Nessi, che sabato ha consegnato un premio speciale al primo vincitore della Casaglia San Luca, Claudio Querzè e all’ultimo vincitore, Rudy Magagnoli, nostro atleta nei suoi anni giovanili e seguito proprio da Pier Paolo Cristoferi, di cui Rudy ha un grandissimo e bellissimo ricordo, come ha sottolineato anche in questa occasione.

Infine il Presidente Bruno Benassi ha ricordato anche le altre discipline che caratterizzano la società e in particolare il kung fu, ultima entrata in Acquadela, premiandone uno degli animatori, Alessandro Castaldo.

Il Galà si è quindi concluso con il ringraziamento a tutti i presenti e anche a coloro che non sono potuti intervenire e che hanno collaborato nelle varie iniziative del Cinquantenario.