Un bella esperienza ai Campionati Italiani di Gubbio

 

E’ stato bello portare un gruppo di 24 persone della Acquadela nelle 2 giornate della Festa del Cross a Gubbio, con 22 atleti e 25 atleti-gara.

Sabato 10 marzo era il giorno dei Campionati Italiani di Staffette Cross. E’ stato faticoso, perché riuscire a comporre le squadre è in ogni caso complicato: le adesioni devono essere in numero di 4 o di multipli di 4 e magari avremmo voluto riuscire a comporre delle staffette, soprattutto femminili, in grado di competere per il podio, come era già avvenuto lo scorso anno.

Non è stato così, forse un’occasione persa per le sf35 e sf55/sf60, ma certamente i 20 frazionisti che hanno preso parte alle staffette hanno fatto il massimo.

E tra le note positive di queste 5 staffette, segnaliamo l’essere riusciti a comporre una staffetta assoluta maschile, nel rispetto del regolamento che richiedeva la presenza di 1 allievo, 1 junior, 1 promessa e 1 seniores. E ci siamo riusciti nonostante una rinuncia in extremis che è stata brillantemente risolta con la disponibilità di un altro giovane nostro atleta. E dei 4 atleti al via, per 2 era la loro prima gara ufficiale e per tutti e 4 il primo Campionato Italiano a cui partecipavano.

Anche nelle 3 staffette master avevamo atleti al debutto, sia in assoluto, sia come partecipazione in un Campionato Italiano. Credo che tutti abbiano apprezzato e vissuto che questa manifestazione non era il solito cross provinciale o regionale o la corsa su strada vicino a casa e si siano fatti una bella esperienza in una gara speciale e titolata.

La staffetta cross donne è stata la prima a gareggiare sabato 10 marzo ed è stata quella che ha ottenuto il piazzamento migliore: come abbiamo scritto, non siamo riusciti a schierare una staffetta giovane tipo 35 e una più anziana che avrebbero avuto possibilità di arrivare a podio, ma le 4 ragazze, come media età una staffetta 45, categoria molto difficile, hanno ottenuto uno splendido 4° posto. Bravissime Patrizia Passerini, Rosa Rita Telloli, Lucia Battaglia, Lucia Pansardi.

E’ stato poi il turno della staffetta assoluta, con l’allievo Filippo Terzi, lo junior Sasha Bitassi, la promessa Leonardo Giammorcaro e il seniores Luis Ricciardi. Per loro una gara in rimonta e la consapevolezza che questa gara aiuterà a crescere. Filippo Terzi peraltro è un velocista al 1° anno da allievo, specialista lo scorso anno di 80 e 300 metri, a cui è stato richiesto di venire a Gubbio appena 2 giorni prima della gara per sostituire il mezzofondista Francesco Bosi, impossibilitato a partecipare a questa gara a cui teneva molto; Sasha Bitassi e Leonardo Giammorcaro hanno disputato la loro prima gara e debuttare in un Campionato Italiano è il massimo; Luisi Ricciardi era il più esperto dei 4 e ha impressionato per come ha recuperato secondi e posizioni alle altre staffette.

Le 3 staffette master hanno fatto il meglio possibile: i forti quarantenni con Roberto Lolli, Pierpaolo Petrosino, Cristian Mariotti e Andrea Vignoli hanno ottenuto un piazzamento a livello assoluto in buonissima posizione, ma in questa categoria hanno trovato concorrenza fortissima. Curiosamente hanno ottenuto lo stesso tempo al secondo degli atleti assoluti.

Le altre 2 staffette master hanno combattuto fra loro: nelle prime frazioni la staffetta sm55 con Andrea Caracciolo, Antonio Casoni (che bello riaverti di nuovo con noi), Rocco Granata (prima gara in assoluto) e Roberto Vandelli era in vantaggio sugli esperti sm60 Stefano Sgarzi, Giovanni Branchini, Antonio Landolfo, Giorgio Rizzoli, poi alla fine gli sm60 hanno superato i compagni dell’altra staffetta.

Dopo le staffette del sabato, quasi tutti gli atleti sono rientrati a Bologna, salvo le 5 ragazze e i 4 accompagnatori che il giorno dopo hanno affrontato la gara di 8 km valida come Campionato Italiano Individuale e di Società. In gara con le atlete africane e le più forti atlete italiane, le nostre atlete si sono fatte valere disputando una bellissima gara, disturbata dalla pioggia per oltre metà gara: bravissime Patrizia Passerini, Alice Benini, Enrica Vandelli, Rosa Rita Telloli e Lucia Battaglia.

Ancora una volta la Festa del Cross è stata un’occasione di ritrovarsi insieme, atleti giovani e master e tifarsi reciprocamente nelle 2 giornate di gara.

Grazie a tutti.

Le classifiche

I parziali di ogni giro